Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Attività didattica

SSD: L-ART/06

Anno accademico 2017-2018

 

MOVIMENTI E AUTORI DEL CINEMA. Giuseppe De Santis (L-ART/06) crediti 6 - Laurea magistrale "Cinema, Televisione e Produzione multimediale"

Obiettivi: Analisi dell’esperienza cinematografica di Giuseppe De Santis.
PROGRAMMA: L’attività di critico nella rivista «Cinema» (1941-1943). Il percorso del regista: dagli anni Quaranta agli anni Settanta. Le maggiori figure dello stile di De Santis. Il rapporto con il neorealismo e con i generi cinematografici; la cultura contadina e l’universo moderno dei media.
TESTI PER L'ESAME: Marco Grossi (a cura di), La trasfigurazione della realtà/ The Transfiguration of Reality, Centro Sperimentale di Cinematografia-Edizioni Sabinae, Roma 2017; raccolta di testi a cura della docente (reperibile, dopo l’inizio delle lezioni, presso la copisteria di via G. Rocco, 11). Gli studenti non frequentanti devono leggere anche Carlo Lizzani, Riso amaro dalla scrittura alla regia, Bulzoni, Roma 2009.
FILMOGRAFIA: Giorni di gloria, 1945; Caccia tragica, 1947; Riso amaro, 1949; Non c’è pace tra gli ulivi (1950), Roma ore 11, 1952; Un marito per Anna Zaccheo, 1953; Giorni d’amore, 1954; Uomini e lupi, 1956; Cesta duga godinu dana (La strada lunga un anno), 1958; La garçonnière, 1960; Italiani brava gente, 1966; Un apprezzato professionista di sicuro avvenire, 1972.
I film saranno proiettati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca “Lino Miccichè”, Via Ostiense, 139.
Esame: orale. Gli studenti hanno la possibilità di presentare un testo di approfondimento su un tema trattato durante il corso. Il testo dovrà essere di circa 20.000 caratteri e sarà considerato integrativo, non sostitutivo, dell’esame orale. Dovrà essere consegnato alla docente 15 giorni prima dell’appello di esame
Lezioni: I semestre

 

 

CINEMA ITALIANO (L-ART/06) crediti 12 - Laurea triennale DAMS 

Obiettivi: Il corso si propone di compiere un itinerario storico, critico e teorico attraverso il cinema italiano del Novecento.
PROGRAMMA: Dal neorealismo alla commedia all’italiana. La prima parte è dedicata alle teorie, ai film, agli autori, alle figure e agli stili più emblematici del cinema del dopoguerra. Nella seconda parte si affronta la commedia attraverso una molteplicità di punti di vista che riguardano lo statuto di genere, i modelli narrativi, le tipologie dei personaggi, le icone divistiche, gli stili, i modi di produzione e di ricezione. All'interpretazione dei film si accompagna la problematizzazione di alcuni nodi essenziali del dibattito d'epoca e delle riflessioni successive in campo storico-critico e teorico.
TESTI PER L'ESAME: Gian Piero Brunetta, Guida alla storia del cinema italiano 1905-2003, Einaudi, Torino 2003 (pp. 127-303); Stefania Parigi, Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014; Maurizio Grande, La commedia all’italiana, a cura di Orio Caldiron, Bulzoni, Roma 2003; scelta di testi a cura della docente (reperibile, all’inizio del corso, presso la copisteria di Via G. Rocco, n. 11). Gli studenti non frequentanti devono leggere anche Mariapia Comand, Commedia all’italiana, Il Castoro, Milano 2010.  

FILMOGRAFIA: Ossessione (1943) di L.Visconti; Paisà (1946) di R. Rossellini; Germania anno zero (1948) di R: Rossellini; Ladri di biciclette (1948) di V. De Sica; La terra trema (1948) di L. Visconti; Riso amaro (1949) di G. De Santis; Miracolo a Milano (1950) di V. De Sica; Due soldi di speranza (1951) di R. Castellani; Pane, amore e fantasia (1953) di L. Comencini; La strada (1954) di F. Fellini; Il grido (1957) di M. Antonioni; I soliti ignoti (1958) di M. Monicelli; La grande guerra (1959) di M. Monicelli; Tutti a casa (1960) di Luigi Comencini; Il sorpasso (1962) di D. Risi; Il professore (ep. di Controsesso, 1963) di M. Ferreri; Sedotta e abbandonata (1964) di P. Germi; Io la conoscevo bene (1965) di A. Pietrangeli; C’eravamo tanto amati (1974) di E. Scola. I film verranno mostrati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca "Lino Miccichè", Via Ostiense 139.
Prova d'esame: scritta
Lezioni: II semestre

 

 

Anno accademico 2016-2017

CINEMA ITALIANO (L-ART/06) crediti 12 - Laurea triennale DAMS
Obiettivi: Il corso si propone di compiere un itinerario storico, critico e teorico attraverso il cinema italiano del Novecento.
PROGRAMMA: Dall’avvento del sonoro al neorealismo. Il cinema italiano durante il fascismo: immaginari, generi, autori, figure, apparati e film. Origini e sviluppo del neorealismo nel clima politico, morale, culturale e artistico del secondo dopoguerra. I modi di produzione e ricezione. La pluralità delle ideologie, delle poetiche e degli stili. La contaminazione dei generi. L’iconografia neorealista. Le forme del rinnovamento estetico. Il dibattito d'epoca. Le rivisitazioni storiografiche, le riletture critiche e le riflessioni teoriche elaborate dagli anni '60 a oggi.
TESTI PER L'ESAME: Gian Piero Brunetta, Guida alla storia del cinema italiano 1905-2003, Einaudi, Torino 2003 (in particolare le pp. 73-204); David Bruni, Commedia degli anni anni trenta, Il Castoro, Milano 2013; Stefania Parigi, Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014 e 2016; scelta di testi a cura della docente (reperibile, all’inizio del corso, presso la copisteria di Via G. Rocco, n. 11).
FILMOGRAFIA: Gli uomini, che mascalzoni… (1932) di M. Camerini; 1860 (1934) di A. Blasetti; Vecchia guardia (1935) di A. Blasetti; Dora Nelson (1939) di M. Soldati; I grandi magazzini (1939) di Mario Camerini; Ossessione (1943) di L.Visconti; Paisà (1946) di R. Rossellini; Germania anno zero (1948) di R. Rossellini; Ladri di biciclette (1948) di V. De Sica; La terra trema (1948) di L.Visconti; Riso amaro (1949) di G. De Santis; Miracolo a Milano (1950) di V. De Sica; Il cammino della speranza (1950) di P. Germi; Bellissima (1951) di L. Visconti; Due soldi di speranza (1951) di R. Castellani; Lo sceicco bianco (1952) di F. Fellini; Pane, amore e fantasia (1953) di L. Comencini; Il grido (1957) di M. Antonioni. I film verranno mostrati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca "Lino Miccichè", Via Ostiense 139.
Prova d'esame: scritta
Lezioni: II semestre

 

MOVIMENTI E AUTORI DEL CINEMA. Il cinema francese degli anni trenta (L-ART/06) crediti 6 - Laurea Magistrale "Cinema, Televisione e Produzione Multimediale"
Obiettivi: Un percorso attraverso il cinema francese degli anni trenta: le tendenze, gli autori e le opere più significative.
PROGRAMMA: Tra avanguardie e realismo: l’esperienza di Jean Vigo. Letteratura, cinema, società e politica nella Francia del Fronte popolare. L’etichetta del “realismo poetico”. Le maggiori opere di Clair, Renoir, Carné, Duvivier, Grémillon.
TESTI PER L'ESAME: André Bazin, Jean Renoir, Mimesis, Milano-Udine, 2012; Giacomo Ravesi, L’Atalante. Immagini del desiderio, Mimesis, Milano-Udine, 2016; una scelta di materiali a cura della docente, che sarà reperibile all’inizio del corso, presso la copisteria di Via G. Rocco, n. 11.
FILMOGRAFIA: Jean Vigo: À propos de Nice (A proposito di Nizza, 1930); Taris, roi de l’eau (Taris, o del nuoto, 1931); Zéro de conduite (Zero in condotta, 1933); L’Atalante (1934).
René Clair: Quatorze Juillet (Per le vie di Parigi, 1933).
Jean Renoir: Boudu sauvé des eaux (Boudu salvato dalle acque, 1932); Toni (1935); Une partie de campagne (La scampagnata, 1936); La Règle du jeu (La regola del gioco, 1939).
Julien Duvivier: Pépé le Moko (Il bandito della Casbah, 1936).
Marcel Carné: Le Quai des brumes (Il porto delle nebbie, 1938); Le Jour se lève (Alba tragica, 1939).
Jean Grémillon: Remorques (Tempesta, 1941).
I film saranno proiettati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca “Lino Miccichè”, Via Ostiense, 139.
Esame: orale. Gli studenti hanno la possibilità di presentare un testo di approfondimento su un tema trattato durante il corso. Il testo dovrà essere di circa 20.000 caratteri e sarà considerato integrativo, non sostitutivo, dell’esame orale. Dovrà essere consegnato alla docente 15 giorni prima dell’appello di esame.
Lezioni: I semestre

Anno Accademico 2015-2016


CINEMA ITALIANO (L-ART/06) crediti 12 - Laura triennale DAMS
Obiettivi: Il corso si propone di compiere un itinerario storico, critico e teorico attraverso il cinema italiano del Novecento.
PROGRAMMA: Origini e sviluppo del neorealismo: rapporto con il cinema italiano degli anni '30 e inquadramento nel clima politico, morale, culturale e artistico del secondo dopoguerra. I modi di produzione e ricezione. La pluralità delle ideologie, delle poetiche e degli stili. La contaminazione dei generi. L’iconografia neorealista. Le forme del rinnovamento estetico. Il dibattito d'epoca. Le rivisitazioni storiografiche, le riletture critiche e le riflessioni teoriche elaborate dagli anni '60 a oggi.
TESTI PER L'ESAME: Stefania Parigi, Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014; Cesare Zavattini, Neorealismo ecc., a cura di Mino Argentieri, in Cesare Zavattini, Opere. Cinema, Bompiani, Milano 2002, pp. 595-1064; David Bruni, Roberto Rossellini. Roma città aperta, Lindau, Torino 2006.
FILMOGRAFIA: Ossessione (1943) di L.Visconti; Roma città aperta (1945) di R. Rossellini; Paisà (1946) di R. Rossellini; L'onorevole Angelina (1947) di L. Zampa; Germania anno zero (1948) di R: Rossellini; Ladri di biciclette (1948) di V. De Sica; La terra trema (1948) di L.Visconti; Senza pietà di A. Lattuada; Riso amaro (1949) di G. De Santis; Miracolo a Milano (1950) di V. De Sica; Il cammino della speranza (1950) di P. Germi; Bellissima (1951) di L. Visconti; Due soldi di speranza (1951) di R. Castellani; Roma ore 11 (1952) di G. De Santis; Umberto D. (1952) di V. De Sica; La signora senza camelie (1953) di M. Antonioni; Pane, amore e fantasia (1953) di L. Comencini; L'amore in città (1953) di Aa.Vv; La strada (1954) di F. Fellini; Il grido (1957) di M. Antonioni. I film verranno mostrati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca "Lino Miccichè", Via Ostiense 139.

PROVA D'ESAME: scritta

LEZIONI: II semestre 

 

MOVIMENTI E AUTORI DEL CINEMA. Pier Paolo Pasolini. Il cinema e i film (L-ART/06) crediti 6 - Laurea magistrale "Cinema, televisione e produzione multimediale"
Obiettivi: Analisi dell’esperienza cinematografica di Pasolini: pratiche e teorie dell’immagine.
PROGRAMMA: Dalla letteratura al cinema: la parola e l’immagine. La teoria del cinema: il mito della realtà e il mito della forma. Estetica e antropologia. Il metodo di lavoro del regista. Figure, simboli e stili. I luoghi e i volti del sacro. La scrittura per appunti. Poetiche del rifacimento e del travestimento. Politiche della distruzione: Salò.
TESTI PER L'ESAME: Pier Paolo Pasolini, Empirismo eretico, Garzanti, Milano 2000 (solo la sezione dedicata al cinema); Serafino Murri, Pier Paolo Pasolini, Il Castoro, Milano 2003; Stefania Parigi, Pier Paolo Pasolini. Accattone, Lindau, Torino 2008.
FILMOGRAFIA: Accattone, 1961; La ricotta, 1962-1963; La rabbia, 1963; Il Vangelo secondo Matteo, 1964; Uccellacci e uccellini, 1965-1966; La terra vista dalla luna, 1966-1967; Che cosa sono le nuvole?, 1967-1968; Edipo re, 1967; Teorema, 1968; La sequenza del fiore di carta, 1968-1969; Appunti per un'Orestiade africana, 1968-1973; Salò o le 120 giornate di Sodoma, 1975.
I film saranno proiettati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca “Lino Miccichè”, Via Ostiense, 139.

PROVA D'ESAME: orale

 

LEZIONI: I semestre



 

Anno Accademico 2014-2015



CINEMA ITALIANO per LAUREA TRIENNALE

(12 CFU)

PROGRAMMA DEL CORSO:

Il corso prende in esame due tra i periodi più significativi nella storia del cinema italiano: il dopoguerra e gli anni '60. La prima parte è dedicata alle teorie, ai film, agli autori, alle figure e agli stili più emblematici del neorealismo. Nella seconda parte si analizza il panorama variegato degli anni '60: dal cinema d'autore delle vecchie e nuove generazioni alle dinamiche di genere della commedia e del western all'italiana.

PROGRAMMA DI ESAME:

Bibliografia:

  • Gian Piero Brunetta, Guida alla storia del cinema italiano 1905-2003, Einaudi, Torino 2003 (in particolare il II e III cap.);

  • Stefania Parigi, Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014; 

  • Emiliano Morreale, Cinema d'autore degli anni Sessanta, Il Castoro, Milano 2011. 

Gli studenti non frequentanti devono leggere anche Lino Miccichè, Cinema italiano: gli anni '60 e oltre, Marsilio, Venezia 2001.

 

Filmografia:

  • Ossessione (1943) di L.Visconti;
  • Paisà (1946) di R. Rossellini; 
  • Germania anno zero (1948) di R: Rossellini; 
  • Ladri di biciclette (1948) di V. De Sica; 
  • La terra trema (1948) di L. Visconti; 
  • Riso amaro (1949) di G. De Santis; 
  • Miracolo a Milano (1950) di Vittorio De Sica; 
  • Il cammino della speranza (1950) di P. Germi; 
  • Due soldi di speranza (1951) di R. Castellani; 
  • Pane, amore e fantasia (1953) di L. Comencini; 
  • Il grido (1957) di M. Antonioni; 
  • I soliti ignoti (1958) di M. Monicelli; 
  • La dolce vita (1960) di F. Fellini; 
  • Accattone (1961) di P. P. Pasolini; 
  • Il sorpasso (1962) di D. Risi; 
  • I fidanzati (1963) di E. Olmi; 
  • Prima della rivoluzione (1964) di B. Bertolucci; 
  • Per un pugno di dollari (1964) di S. Leone; 
  • I pugni in tasca (1965) di M. Bellocchio; 
  • Blow-up (1967) di M. Antonioni; 
  • Dillinger è morto (1969) di M. Ferreri. 

I film verranno mostrati integralmente o parzialmente durante le lezioni. Copie in dvd sono reperibili presso la Biblioteca "Lino Miccichè", Via Ostiense 139.

 

Gli studenti iscritti prima dell' a.a. 2013-2014 possono frequentare la prima parte del corso di “Cinema italiano”, dedicata al neorealismo, e sostenere l'esame ottenendo 6 CFU con il seguente programma:


Bibliografia:

  • Paolo Noto e Francesco Pitassio, Il cinema neorealista, Archetipolibri, Bologna 2010;

  • Stefania Parigi, Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014.


Filmografia:

  • Ossessione (1943) di L.Visconti;
  • Paisà (1946) di R. Rossellini;
  • Germania anno zero (1948) di R. Rossellini;
  • Ladri di biciclette (1948) di V. De Sica;
  • La terra trema (1948) di L. Visconti;
  • Riso amaro (1949) di G. De Santis;
  • Miracolo a Milano (1950) di Vittorio De Sica;
  • Il cammino della speranza (1950) di P. Germi;
  • Due soldi di speranza (1951) di R. Castellani;
  • Pane, amore e fantasia (1953) di L. Comencini;
  • Il grido (1957) di M. Antonioni.

IL CORSO SI TIENE NEL SECONDO SEMESTRE

 

MOVIMENTI E AUTORI DEL CINEMA per LAUREA MAGISTRALE

(6 CFU)

ARGOMENTO DEL CORSO
La figura e l'opera di Michelangelo Antonioni nel panorama artistico italiano e internazionale

PROGRAMMA DEL CORSO:

Il percorso del regista e il suo metodo di lavoro. L'analisi stilistica dei suoi film. I principali nodi della riflessione sull'estetica di Antonioni: la natura dell'immagine, la concezione dello spazio e del tempo, le forme della modernità, l'interpretazione delle metamorfosi sociali, esistenziali e artistiche del mondo contemporaneo.

PROGRAMMA DI ESAME:

Bibliografia:

  • Michelangelo Antonioni, Fare un film è per me vivere, Marsilio, Venezia 1994;

  • Giorgio Tinazzi, Michelangelo Antonioni, Il Castoro Cinema, Milano 2002.

Filmografia:

  • Cronaca di un amore (1950),
  • I vinti, episodio inglese (1952),
  • Il grido (1957),
  • L'avventura (1959),
  • L'eclisse (1962),
  • Il deserto rosso (1964),
  • Blow-up (1966),  
  • Zabriskie Point (1970),
  • Professione: reporter (1974).

Per gli studenti non frequentanti:

ARGOMENTO: Il paesaggio nel cinema: teorie, percorsi e figure. Lo sguardo sul paesaggio di Michelangelo Antonioni. 

Bibliografia:

  • Sandro Bernardi, Il paesaggio nel cinema italiano, Marsilio, Venezia 2002;
  • Stefania Parigi, Giacomo Ravesi (a cura di), Il paesaggio nel cinema contemporaneo, «Imago», 9, I semestre 2014.

Filmografia:

  • Gente del Po (1943-1947),
  • Cronaca di un amore (1950),
  • I vinti, episodio inglese (1952),
  • Il grido (1957),
  • L'avventura (1959),
  • L'eclisse (1962),
  • Il deserto rosso (1964),
  • Blow-up (1966),
  • Zabriskie Point (1970),
  • Professione: reporter (1974).

IL CORSO SI TIENE NEL PRIMO SEMESTRE

 

Torna a Stefania Parigi [Home]

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it